P.R.P. (Platelet Rich Plasma)

CURARSI CON IL PROPRIO SANGUE

P.R.P (Platelet Rich Plasma)
Centro Autorizzato con Delibera Regionale n° 221 del 15.2.2018

PROGETTO RIABILITATIVO INDIVIDUALE

Questo tipo di trattamento si inserisce nell’ambito di un programma riabilitativo individuale che analizza il paziente con un approccio globale e indica, a questo, i trattamenti collaterali necessari al raggiungimento di un risultato che migliori la sua qualità di vita.

Possono essere proposte dallo specialista, sedute di riabilitazione
presso la struttura ad un prezzo agevolato.

A 6 e 12 mesi il paziente verrà ricontattato telefonicamente.

Trattamento con infiltrazioni intrarticolari e muscolo-tendinee
di fattori di crescita piastrinici autologhi

FUNZIONALITÀ DEL PRP (Platelet Rich Plasma)

​Le piastrine circolanti nel nostro sangue contengono una grande quantità di fattori di crescita immagazzinati all’interno di granuli intracellulari (alfa-granuli), questi vengono liberati una volta attivate. La concentrazione dei fattori di crescita contenuti
nel PRP attiva alcune funzioni biologiche promuovendo la rigenerazione tissutale, la riparazione dell’osso e di altri tessuti molli nelle aree trattate, con un potente effetto antinfiammatorio. Il dolore e la mobilità migliorano grazie alla combinazione di biopolimeri uniti con le proprietà di stimolazione delle cellule e l’azione anti-infiammatoria dei fattori di crescita liberati dal P.R.P.

​INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE

​Si eseguono la visita specialistica e gli esami di laboratorio.

ITER PER IL TRATTAMENTO

  • Visita Specialistica: Su indicazione del medico specialista si avvia il paziente al percorso terapeutico con PRP.
  • Visita di Medicina Trasfusionale: Il medico trasfusionista, sulla base degli esami del sangue eseguiti dal paziente e a seguito di anamnesi accurata, valuta l’idoneità dei pazienti al trattamento con PRP.
  • Infiltrazione locale: Al paziente viene fatto un prelievo ematico e, successivamente, ottenuto il PRP, il paziente viene sottoposto alla prima infiltrazione.

Il trattamento con PRP prevede un ciclo di infiltrazioni con intervallo di 3-4 settimane l’una dall’altra, salvo diverse indicazioni.

Per ogni infiltrazione, viene ripetuto il prelievo ematico e la lavorazione del sangue prelevato.

PROCEDURA ONE-STEP: SISTEMA CHIUSO

FASE 1​

Prelievo dalla vena del paziente e trasferimento in provetta con vacutainer

FASE 2​

Riempimento delle provette con anticoagulante

FASE 3

Processamento del sangue venoso sotto cappa e centrifuga dedicata per la concentrazione di piastrine

FASE 4

Separazione in provetta

FASE 5

Raccolta in siringa delle piastrine concentrate

FASE 6

Infiltrazione topica

Staff

Renzo Angeloni

  • Ortopedico
  • Terapia con gel piastrinico (PRP)

Firenze

Lorenzo Castellani

  • Ortopedico
  • Terapia con gel piastrinico (PRP)

Firenze

Michele d'Amato

  • Ortopedico
  • Terapia con gel piastrinico (PRP)

Firenze

Giuseppe Di Pietro

  • Ematologo
  • Consulente
    terapia con gel piastrinico (PRP)

Firenze

Giuseppe Guaglio

  • Medicina dello sport
  • Terapia infiltrativa

Firenze

Giacomo Lucchesi

  • Ortopedico
  • Terapia con gel piastrinico (PRP)

Firenze

Nadia Martini

  • Consulente
    terapia con gel piastrinico (PRP)

Firenze

Matteo Olivieri

  • Ortopedico
  • Terapia con gel piastrinico (PRP)

Firenze

Pierpaolo Summa

  • Ortopedico
  • Terapia con gel piastrinico (PRP)

Firenze

Studio Auxilium

  • Oservizio prelievi ed elettrocardiogrammi

Firenze